Incontro- lezione con ITALO SCIALDONE, sceneggiatore del film GATTA CENERENTOLA - Laboratorio di Produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche Università degli Studi di Napoli L'Orientale - Docente Prof. FRANCESCO GIORDANO

V.E.D. Cinema & Tv : 

LABORATORIO DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE

Prof. Francesco Giordano

 

VIDEO: Incontro-lezione con ITALO SCIALDONE, sceneggiatore del film GATTA CENERENTOLA

E’ la volta di Italo Scialdone, sceneggiatore del film GATTA CENERENTOLA ad essere coinvolto in uno degli incontri-lezione organizzati dal docente prof. Francesco Giordano nell’ambito del nuovo ciclo del Laboratorio di Produzioni Audiovisive Teatrali e Cinematografiche all' Università l'Orientale di Napoli.

Un appuntamento molto atteso dagli studenti che stanno mostrando notevole interesse ad incontrare le personalità artistiche e professionisti dello spettacolo di volta in volta proposti. Stavolta, essendo anche aperto al pubblico, l’appuntamento ha ancor di più  il sapore di un seminario, grazie anche all’intervento di  competenti esperti di cinematografia quali  Franco Maione, attore, regista e sceneggiatore, Pino Sondelli, direttore della fotografia e regista, Vittorio Alberto Dublino, innovatore sociale, VFX film producer, che il docente ha voluto far accomodare al fianco dell’ospite quali interlocutori del meeting.

E’ sull’aspetto sceneggiatura di un film di animazione che il prof. Giordano veicola la lezione che si articola da subito come un dibattito con numerosi interventi e domande da parte degli studenti presenti. Italo Scialdone racconta da subito la sua esperienza lavorativa di co-autore della sceneggiatura, ma anche modellatore, animatic,  che nasce da un lavoro di gruppo, un lavoro di squadra che nasce dall’incontro di diverse menti, che, attraverso il film GATTA CENERENTOLA ha portato alla ribalta il cinema napoletano.

La lettura di Franco Maione del soggetto suscita interesse nell’animo degli studenti che da subito iniziano ad interloquire ponendo l’attenzione sulla visione di un film che unisce l’aspetto tecnologico dell’animazione alla visione onirica di una Napoli aperta ad una visione positiva, un forte messaggio rappresentato dalla nave, un’opportunità per Napoli di avere un futuro mediante la memoria del passato.

Si legge profonda commozione nelle parole di Scialdone, che attualmente vive in Francia, nel momento in cui comincia a parlare dell’aspetto importante dell’idea degli ologrammi della storia sceneggiata, volendo evidenziare l’importanza della possibilità di una virata positiva verso la propria vita, verso la libertà, una memoria degli errori fatti, un invito a non disperdere quanto di buono esiste in ciascun individuo.

L’intervento di Pino Sondelli mette in evidenza l’importanza, nello sviluppare un’idea di sceneggiatura anche dal punto di vista della fotografia, di saper scegliere il modo in cui rappresentarla, commisurato all’aspetto  della diversità delle culture, portando agli studenti la sua esperienza fatta in India e suggerendo di dialogare non solo con le persone, ma anche all’interno dello spazio nel quale e del luogo nel quale il film si dovrà rappresentare.

Scialdone, per rispondere ad una domanda, affronta poi l’argomento della scelta degli attori basato sullo sviluppo dei personaggi per poter sviluppare gli atti narrativi, supportato delle considerazioni di Franco Maione che incentra l’attenzione soprattutto sulla differenza degli aspetti tra il ruolo dell’attore nel teatro e nel cinema.

Da ex studente laureato all’Orientale con una tesi sul film Guerre Stellari, lo sceneggiatore di GATTA CENERENTOLA agli studenti che vogliono avvicinarsi a questo mestiere da l’ottimo consiglio di insistere e non arrendersi alle prime difficoltà, ma soprattutto di non essere egoisti, ma di capire che un lavoro del genere deve essere una passione condivisa.

Infine Vittorio Dublino propone il progetto “Napoliade”, che parte da un’attività di ricerca, nata proprio all’Università L’Orientale nel 1995, su quello che erano le componenti umanistiche nel campo della sociologia rispetto alle tecnologie emergenti, che attraverso un programma di ricerca applicata con il modello di business Rebel Alliance, ha portato a costituire ad Hollywood una società di effetti visivi digitali. Oggi è a Napoli con lo scopo di dimostrare che nella nostra città, grazie ad esperienze come quelle esposte in questo laboratorio, si può fare il cinema ad altissimi livelli, incentrando l’attenzione su un business dell’audiovisivo e del cinema che non si basi sulla possibilità di fare audience con una narrativa in chiave negativa ma positiva, il che avvantaggia anche il cineturismo.  

 

§VEDTV

SUL SITO DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE V.E.D. i video degli INCONTRI-LEZIONE e la RASSEGNA STAMPA degli articoli su varie TESTATE GIORNALISTICHE >>>

 

>>>link alla pagina del VIDEO in web tv 

 

_______________________

L'associazione culturale V.E.D. propone ed organizza periodicamente dei percorsi laboratoriali e progetti di formazione.

La proposta del prof. Francesco Giordano è di intraprendere nuovi corsi professionali e universitari in Istituti Penitenziari, nelle Università, nelle Accademie e in Istituti Scolastici, con associazioni culturali ed enti. Per contatti: [email protected]

Gli istituti o gli studenti che vogliano ulteriori informazioni o vogliano fissare un incontro dimostrativo su metodologie interdisciplinari finalizzate allo sviluppo di competenze artistico-professionali nei campi del cinema e della televisione possono inviare un email a [email protected] 

Ad integrazione della possibilità di stabilire protocolli di intesa con enti pubblici, l'associazione culturale V.E.D. propone  PROGETTI.


 

 VED Tv  è la web tv di  V.E.D Associazione Culturale www.vedassociazione.it