INCONTRI-LEZIONE IN TV ATTRAVERSO I REPORTAGE DEL LABORATORIO DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE DELL'UNIVERSITA' L'ORIENTALE DI NAPOLI

VIDEO SPOT INCONTRI-LEZIONE TV

VED Cinema & Tv : 

INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO.

INCONTRI-LEZIONE IN TV ATTRAVERSO I REPORTAGE DEL LABORATORIO DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE DELL'UNIVERSITA' L'ORIENTALE DI NAPOLI

 

Grazie alla disponibilità di Campi Flegrei - TV regionale -  OGNI LUNEDI' ALLE 13.30 (ed in replica alle 17.00)  sul Canale Digitale Terrestre 555 - 877 è possibile seguire il percorso di laboratoriale di alfabetizzazione, diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva e formazione dei giovani studenti universitari attraverso i nostri  reportage del LABORATORIO DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE 2020 dell'Università L'Orientale di Napoli tenuti dal prof. Francesco Giordano

Il laboratorio è un percorso accademico rivolto alla formazione e alfabetizzazione dei giovani studenti universitari e del pubblico attraverso azioni innovative rivolte principalmente ad attività di promozione della cultura cinematografica: corsi, incontri-lezione, proiezioni, dibattiti, conferenze, seminari, e iniziative di formazione del pubblico riferite particolarmente al mondo giovanile dell'iistituzione universitaria l'Orientale di Napoli. 

Affronta tematiche riguardanti organizzazione e gestione dello spettacolo, produzione e distribuzione di prodotti audiovisivi teatrali, cinematografici e per il web, promozione ed incremento delle attività teatrali, risorse per il supporto finanziario alle attività di produzione delle aziende dello spettacolo e finanziamenti. Nozioni sceneggiatura, fotografia e tecnica audiovisiva., web tv,  siti e  app di tablet e  smartphone. Promuove e orienta gli studenti nei mondi produttivi e professionali del settore.

L’intero percorso prevede seminari e dibattiti, proiezioni cinematografiche, masterclass, workshop, reading e letture espressive, attività laboratoriali cine-teatrali, meeting con giornalisti con realizzazione di prodotti audiovisivi a supporto dell’attività promozionale e di ufficio stampa della rassegna, fotografie, interviste. Mira a creare “personalità cinematografiche”  in grado di fruire del cinema prima ancora di operare concretamente, offrendo competenze spendibili nel mondo del lavoro degli audiovisivi in genere. 

Quest'anno è stato svolto nel periodo del lockdown in maniera interattiva, sperimentale, innovativa e pioniera.: Laboratorio a distanza.

Tanti gli ospiti intervenuti: il regista teatrale, attore e docente di recitazione Franco Maione; il giovane regista, sceneggiatore, videomaker e documentarista Stefano Romano, che ha proiettato in anteprima il suo documentario "Altromare"; l'avvocato esperta di gestione legale e contratti delle Case di Produzione Cinematografica; la sceneggiatrice, regista, esperta di scrittura creativa Vanessa Lepre; il videoeditor/3D creative, screen writer ItaloScialdone, il direttore della Film Commission Regione Campania Maurizio Gemma; il produttore e regista proprietario del Cinema Duel di Caserta Silvestro Marino; il regista e presidente della Baruffa Film Maurizio Giordano; l'attore Vincenzo Merolla protagonista del film Le Stanze Aperte che è stato proiettato al cinema e in contemporanea su piattaforma universitaria DaD; l'operatore cinematografico esperto di ripresa con i droni e montatore video Gianni Scirocco; l'attore e regista Adriano Pantaleo, anche solo per un’ introduzione iniziale.

Un'esperienza certamente complessa e ricca di incognite, ma che ha dimostrato, grazie alla passione del docente, all'impegno degli studenti, alla disponibilità di tutti gli ospiti intervenuti come è possibile creare forte empatia, scambio e relazioni anche attraverso uno schermo di un pc e come anche dal negativo possano sempre aprirsi orizzonti nuovi e inattesi. E si sa, le cose impreviste a volte portano con sé un forte carico di magia e di potenzialità.

Importanti gli interventi dei giornalisti Luigi Pasquariello, Renato Aiello, invitati dalla giornalista Valentina Soria che ha curato tutto l'ufficio stampa dell'attività svolta (e che è la voce over dei reportage degli articoli che lei stessa ha redatto): hanno saputo cogliere lo spirito condiviso di questa attività rivolta esclusivamente ad una maggiore diffusione della cultura partendo dalle nuove generazioni.

La disponibilità del  Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell'Università degli Studi di Napoli L'Orientale ad indicare anche per questa attività l'utilizzo della didattica a distanza, dando la possibilità al prof. Francesco Giordano, assegnato a questo laboratorio in seguito a pubblico bando già da alcuni anni, di poter brillantemente coinvolgere i partecipanti.

Esperienza intensa che ha entusiasmato i giovani negli  incontri a distanza  come se fossero presenti alla lezione. Da questo coinvolgimento è nata nella fase successiva anche l'dea di una sezione di stage. Stage che si sta portando avanti con la fase produttiva di un cortometraggio, nato come corto a distanza  in cui gli attori vengono diretti  da professionisti nella realizzazione di un lavoro unico nel suo genere, che si sta trasformando come  prima puntata di una serie tv.

Questa attività, iniziativa dell'Associazione Culturale VED: INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO, che viene svolta in gemellaggio a quella di formazione e alfabetizzazione del LABORATORIO UNIVERSITARIO, è stata filmata in una serie di reportage per ogni lezione ed incontro-lezione svolto.

L'associazione culturale VED, che  propone progetti in convenzione e cofinanziamento e stabilisce partenariati, reti e collaborazioni con enti pubblici e privati, università, fondazioni, istituti scolastici, associazioni  che possano concorrere a favorire il raggiungimento degli scopi sociali, ha così esteso questa attività ad un pubblico più vasto, attraverso la tv, per un percorso pubblico attraverso azioni innovative rivolte principalmente ad attività di promozione della cultura cinematografica.