APPELLO CONTRO LA SOPPRESSIONE DEI CONTRIBUTI REGIONALI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI

 ESCAPE='HTML'

Siamo un'associazione culturale senza scopo di lucro DAL 2006 che agisce per passione e stimolo culturale. Pe la sussistenza necessita quindi di stabilire partenariati, reti e collaborazioni con enti pubblici e privati per progetti in convenzione ed è di vitale importanza la partecipazione a bandi degli stessi Enti pubblici, ricorrendo anche a fondi privati e finanziamenti privati e a piccoli contributi a progetto di Università, Istituti scolastici e Ministeri.

Grazie a questi contributi economici andiamo avanti. Senza non riusciamo più a coprire le spese autofinanziandoci per svolgere le nostre ATTIVITA’ ARTISTICHE , ATTIVITA’ DI FORMAZIONE DEL COMPARTO AUDIOVISIVO, ATTIVITA’ EDITORIALE, ATTIVITA’ DI INTRATTENIMENTO CULTURALE TELEVISIVA, CINEMATOGRAFICA E MULTIMEDIALE.

Come ASSOCIAZIONI CULTURALI siamo un settore che mette in moto un indotto professionale e promozionale molto ampio, che dà vita a società di persone, ad artisti e tecnici, che si muove e smuove interessi, partenariati, banche, che da' visibilità e vita alla grande produzione cinematografica, televisiva e teatrale che versa contributi statali e regionali. Un settore economico e culturale molto vivo, dunque, in cui abbiamo deciso di investire tempo, passione, professionalità e, spesso, le economie personali. E con noi ci sono anche gli esercenti delle sale cinematografiche  che attraverso le nostre iniziative, ricevono sostegno per realizzare progetti che vanno dalla formazione alla promozione.

Invitiamo le istituzioni a tenere in conto anche della nostra esistenza quali associazioni culturali, organizzazioni no profit, perché senza il nostro lavoro di promozione e diffusione della cultura cinematografica, teatrale ed audiovisiva l’intero comparto ne risentirebbe.

ABBIAMO GIA' LANCIATO DURANTE IL LOCKDOWN  L' APPELLO ALLA REGIONE CAMPANIA, AL MIBACT DIREZIONE CINEMA, AL MIUR CINEMA e agli uffici preposti per:


1 - ▶️ Inserire le imprese culturali e del settore cinema negli strumenti straordinari che la Regione ha varato nel Piano Socio-economico chiedendo di estendere la misura di sostegno economico con il contributo di 2.000 euro prevista per le imprese anche ad associazioni culturali del settore cinema, teatro e promozione e cinecircoli

2 - ▶️ Accelerare l’erogazione dei contributi economici del Fondo previsto dalla Legge 30 per il Cinema in Campania e del contributo economico del Fondo Legge nazionale 220 per il Cinema e Audiovisivo  e prorogare le scadenze per la rendicontazione 

3 - ▶️ Prevedere per il 2020 modalità e tempistiche emergenziali per lo svolgimento delle attività di sviluppo e produzione, nonché per la realizzazione di festival e rassegne chiedendo di poter usufruire, con il sostegno delle istituzioni, degli spazi già a norma e facilmente gestibili quali cinema, teatri, musei, biblioteche ed anche ampie sale scolastiche, palestre, sale parrocchiali, da riaprire almeno per attività di rassegne, laboratori, festival, incontri, workshop.

4 - ▶️ Rifinanziare i Bandi Cinema per le Scuole e prorogare l'attuazione dei progetti già approvati causa disposizioni di chiusura degli istituti scolastici, prevedendo uno slittamento della rendicontazione.

5 - ▶️ Finanziare il nuovo triennio della legge 30 per il 2020, con maggior dotazione economica, chiedendo di includere nei Bandi Regionali e Ministeriali per contributi a sostegno della cultura cinematografica e audiovisiva, quelli per le attività e le iniziative di Promozione e diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva Associazioni Culturali, Cine-circoli e Cine-studio 

OGGI SIAMO COSTRETTI AD APPELLARCI NUOVAMENTE, AGGIORNANDO LA DRASTICA SITUAZIONE CHE SI PROSPETTA

Sebbene con promesse di attuazione da parte della Regione Campania delle richieste pervenute, non solo da parte nostra ma dall'intero comparto audiovisivo, "sembra" siano stati in qualche modo chiariti i punti: 2 - ▶️  3 - ▶️  4 - ▶️ dobbiamo esternare che invece la richiesta al punto 1 - ▶️  non sia mai stata presa in considerazione !

MA QUEL CHE E' PIU' GRAVE e che più ci preoccupa è che esisterebbe la proposta da parte degli Enti succitati che riguarda il punto  5 - ▶️ . QUI NEL PREVISTO E PROMESSO RIFINANZIAMENTO DEI FONDI  per il nuovo triennio della legge regionale n.30 per il 2020 SI VORREBBERO ESCLUDERE dai contributi a sostegno della cultura cinematografica e audiovisiva, QUELLI PER LE ATTIVITA' E LE INIZIATIVE DI PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA E AUDIOVISIVA DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, CINE-CIRCOLI E CINE-STUDIO !!!

 ESCAPE='HTML'

LA NOSTRA ATTIVITA' E' DAVVERO INUTILE ???

L’Associazione Culturale VED promuove per Statuto la crescita culturale e sociale dell’uomo attraverso attività artistiche, cinematografiche e televisive e si configura come un luogo di incontro multifunzionale, dove l’utilizzo dell’audiovisivo favorisce la formazione della personalità individuale, anche in situazione di disagio, consente l’integrazione sociale, le relazioni interculturali e l’inserimento professionale nel mondo lavorativo.

Tutte le nostre attività sono incentrate sullo spirito aggregativo e sull’incontro: percorsi laboratoriali sperimentali con il patrocinio della Regione Campania, del Mibac Direzione Cinema, del Miur e talvolta del Ministero della giustizia, oltre a quello di esercenti cinema e teatro. 

Il nostro progetto: "INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO" si svolge da almeno 5 anni all'Università L'Orientale di Napoli: seminari, dibattiti e proiezioni con autori, registi e  professionisti del cinema e dello spettacolo su tematiche di promozione, produzione, organizzazione, recitazione, linguaggi cinematografici e televisivi - Alfabetizzazione cinematografica e formazione degli studenti universitari dei Dipartimenti di Scienze Umane e Sociali e Studi Letterari, Linguistici e Comparati attraverso incontri-lezione incentrati su tematiche circa la produzione e distribuzione dei prodotti audiovisivi e cinematografici.

Questi laboratori sono unicamente incentrati sull’ INCONTRO-LEZIONE che avviene durante le lezioni del percorso accademico del Laboratorio dell'Università L'Orientale del Prof. Francesco Giordano, un’esperienza che porta professionisti del cinema e artisti all’incontro diretto con l’utente, suscitando emozioni e interesse profondo, premesse necessarie ad ogni percorso formativo efficace.

Dal Marzo del 2020 le misure di contenimento sociale imposte dalla diffusione del virus COVID-19 hanno sconvolto tutte le tipologie di attività in presenza: la necessità di attivarsi da remoto ci ha costretto ad allestire in interno un’aula-studio laboratoriale per videoconferenza con attrezzature professionali, con tutti i canoni di un vero set cinematografico multi camera e interconnesso per interventi in modalità virtuale, insomma un cross-learning a distanza per proseguire nel nostro intento di accrescere trasversalmente il bagaglio culturale e tecnologico degli utenti.

Il costo di tutto ciò è naturalmente molto elevato, sia in termini economici che di lavoro, senza tener conto che abbiamo anche delle consulenze dovute ai professionisti per l'adeguamento di regie tecniche alle piattaforme di streaming e i supporti telematici webinar per le connessioni e per gli ospiti senza competenze in merito. Il turro per la necessità di mostrare attrezzature, di manipolare e gestire ancge a distanza le macchine e gli stessi dispositivi. Penalizzati dal fatto che le idee, l’energia e le produzioni hanno un cammino bidirezionale, basato su un rapporto di emozioni difficile da far trasparire a distanza, perché nascono dallo stare insieme, comunque non ci siamo arresi ed abbiamo sperimentato ed applicato a pieno successo una formula innovativa per la DaD,

Abbiamo sempre pensato in questo periodo che le nostre attività sono rivolte ai giovani, al futuro, a chi con il cinema, la scrittura, la recitazione, il canto, l’arte, la musica, i viaggi, cura corpo e spirito. E ci siamo impegnati al massimo per poter presto abbandonare angosce e paure come meccanismi di difesa dal pericolo per “abbracciare”, in senso reale e metaforico, chi ha voglia di incontrarsi, di frequentare luoghi culturali, formativi, di scambio sociale e intellettuale.

_________________________________________

Nota del presidente del Consiglio Direttivo Prof. Francesco Giordano, filmmaker,  docente del LABORATORIO DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE DELL'UNIVERSITA' "L'ORIENTALE" DI NAPOLI, nonchè Direttore Artistico del progetto: "INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO

    

 ESCAPE='HTML'