APPUNTAMENTO AL CINEMA- CINEFORUM E LABORATORIO DI INTEGRAZIONE

VIDEO (a cura di Federica Spiteri): APPUNTAMENTO AL CINEMA - CINEFORUM E LABORATORIO DI INTEGRAZIONE

VED Cinema & Tv : 

INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO.

Progetto APPUNTAMENTO AL CINEMA- CINEFORUM E LABORATORIO DI INTEGRAZIONE del CPIA Napoli Città 2 - Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti

Alla fine del mese di Luglio è giunto alla sua conclusione anche il progetto APPUNTAMENTO AL CINEMA- CINEFORUM E LABORATORIO DI INTEGRAZIONE del CPIA Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti, nato sotto la supervisione della Prof.ssa Germana Rossi e con la consulenza del regista Maurizio Giordano dell'Associazione Culturale Baruffa FIlm,  che rientra tra le iniziative PON,  uno dei tanti percorsi di formazione e promozione dell’audiovisivo per il quale  l'Associazione Culturale VED si è adoperata, con l'assidua collaborazione e presenza in rete del prof. filmmaker Francesco Giordano del "Laboratorio di Produzioni Audiovisive, Teatrali e Cinematografiche" dell'Università L'Orientale e talvolta la presenza di alcuni studenti del Laboratorio a colloquio con i corsisti del CPIA Napoli Città 2.

L'Associazione VED ha così incluso questa attività nel suo progetto INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO, affinchè, tramite dibattiti e formazione del pubblico, oltre alla visione dei film, si possa giungere ad una maggiore conoscenza ed integrazione dei problemi sociali e del modo di raccontare filmico, soprattutto rivolta agli studenti adulti stranieri.

Nel CPIA, dove cioè i rapporti con gli studenti sono più complicati causa la lingua di provenienza che non attutisce le distanze anzi le amplifica, il cinema può costituire l'aggregazione necessaria.

Ne è nato anche un gemellaggio tra l'associazione Baruffa Film, il CPIA e l'associazione VED che hanno organizzato proiezioni al Cinema Duel di Caserta, grazie alla disponibilità di Silvestro Marino della Sly Production,  in contemporanea al con la presenza di alcuni studenti dell'Università Orientale e su piattaforma on line.

Il progetto nasce dalla convinzione che  oggi ben pochi ragazzi frequentano abitualmente le sale cinematografiche, mentre è certamente alto il numero di giovani che “consuma” i film che trasmette la televisione, mentre  la sala buia rappresenta un interlocutore privilegiato, ove la possibilità di vedere è un momento condiviso in contemporanea con tutti gli spettatori presenti e l’immagine “arriva” in maniera decisiva.

L'azione svolta è rivolta principalmente ad una rassegna in grado insegnare la lingua italiana a studenti non italofoni residenti nella nostra Regione e formare il pubblico attraverso azioni innovative rivolte principalmente ad attività di promozione della cultura cinematografica: corsi, incontri-lezione, proiezioni, dibattiti, conferenze, seminari, e iniziative di formazione del pubblico riferite particolarmente al mondo giovanile.

 La recente pandemia, però, ha imposto rigide regole restrittive circa la frequentazione di quella stessa sala: nasce così l'idea di non rinunciare al progetto ma di promuoverlo in maniera condivisa. Un percorso cinematografico, seppur a distanza, che possa ristabilire l'efficacia di veicolazione dei sentimenti, spiegare, senza dimostrare, come nascono le storie, e raccontare, prima con degli esempi, poi con la visione filmica, successivamente con l'elaborazione di questo stesso racconto gli eventi che sono alla base della conoscenza di più identità culturali. I film sono stati commentati attraverso una videoconferenza unica, con breve dibattito e, come sempre, con l’intervento di professionisti del settore e giornalisti in grado di ampliare la lettura delle immagini a cui si è assistito e di stimolare la riflessione e il dibattito. Al termine del percorso di formazione del pubblico attraverso la rassegna i partecipanti hanno compilato, individualmente o in gruppi, a secondo del numero di partecipanti, schede significative sulle visioni condivise.

Uno dei film è stato scelto dai partecipanti e la scelta è caduta sul film dei fratelli Maurizio e Francesco Giordano “Le Stanze Aperte”, con la sceneggiatura di Giuliana Del Pozzo e la partecipazione dell'Attore Vincenzo Merolla e di alcuni internati, una co-produzione VED Associazione e Baruffa Film con il supporto del Ministero della Giustizia, girato nel Carcere di Secondigliano a Napoli,  realizzata in occasione della chiusura degli O.P.G., ospedali psichiatrici giudiziari,  incontrando il favore degli studenti che si sono affacciati ad una realtà per loro in gran parte sconosciuta.

Grazie ai nostri esperti, tra cui il regista Maurizio Giordano, la sceneggiatrice Vanessa Lepre, il giornalista Luigi Pasquariello e lo stesso prof. Francesco Giordano, gli studenti, di cui alcuni stranieri, hanno avuto l’opportunità di completare il percorso sul mondo dell’audiovisivo avvalendosi della competenza di esperti del settore, in linea con l'attività dell'associazione VED di alfabetizzazione cinematografica e formazione dei giovani attraverso incontri-lezione.

FOTO