IL CINEMA VARCA LA SOGLIA DELLE AULE SCOLASTICHE E SI FA MEZZO DI CONFRONTO E DI RIFLESSIONE

IL CINEMA VARCA LA SOGLIA DELLE AULE SCOLASTICHE

E SI FA MEZZO DI CONFRONTO E DI RIFLESSIONE

 

AL LICEO VITTORINI LA PROIEZIONE DEL FILM “LE STANZE APERTE”

prodotta dall’Associazione Culturale VED

 

Il 19 dicembre 2019, nell’ambito della “settimana del protagonismo studentesco”, il Liceo Scientifico “Elio Vittorini” di Via Domenico Fontana a Napoli ha ospitato, nella sua prestigiosa Biblioteca “M. Pennetti”, la proiezione del film “LE STANZE APERTE” di Francesco Giordano e Maurizio Giordano con la sceneggiatura di Giuliana Del Pozzo.

 

Grazie alla presenza dell’esperto prof. Francesco Giordano, la proiezione è stata preceduta da una MASTERCLASS di fotografia cinematografica, che proseguirà con i prossimi incontri, con lo scopo di avviare un percorso di alfabetizzazione audiovisiva per una attenta e corretta “lettura” di un testo per immagini, intesa come la via migliore per fondare sul linguaggio e la tecnica cinematografica un percorso laboratoriale altamente formativo destinato ai giovanissimi. La proiezione a sua volta è stata seguita da un dibattito ricco di spunti e temi di riflessione che sempre accompagnano le aule scolastiche.

L' accettazione del diverso, la costruzione di una comunità solidale nei confronti dell'altro, indipendentemente dalla sua appartenenza sociale o etnica, non può che partire dalle istituzioni scolastiche. La città di Napoli è in prima linea in questo percorso di contaminazione e apertura che faccia avvicinare i ragazzi in età scolastica all' alterità in una prospettiva inclusiva.

Un primo passo, ma fondamentale, per costruire la coscienza civica di quelli che saranno cittadini di domani chiamati a precise scelte culturali, di vita, di civitas, ma anche chiamati ad avere gli strumenti idonei a raggiungere i propri obiettivi, in un momento storico in cui la comunicazione riveste un ruolo fondamentale e dunque è un imperativo imprescindibile attrezzarsi anche tecnicamente per comunicare nel modo giusto ed avere così un valore aggiunto in una realtà estremamente mutevole

 

Avanguardia sul territorio, il Liceo scientifico “Elio Vittorini”  ospita lo spazio letterario della sua preziosa Biblioteca, fucina di diverse attività culturali destinate agli studenti e al territorio, un ambiente di apprendimento pensato e disegnato proprio come luogo non solo di libri, ma di aggregazione e scambio tra persone, con una forte relazione con il tessuto associazionistico esterno.

Grande attenzione e partecipazione per gli studenti del liceo su un lavoro, “Le stanze aperte”, che prova ad accendere i riflettori sui diritti umani e stimolare una riflessione sulla dignità da preservare oltre ogni barriera fisica o morale, ma anche un tentativo di abbattere muri tra il dentro e il fuori, costruendo ponti ideali.

Il docufilm, in maniera sperimentale, si snoda su un doppio filo narrativo tra realtà e finzione, ed è girato nell'ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Secondigliano: un lavoro sul tema dei diritti negati e del diverso in un momento storico in cui l'interconnessione globale e i fenomeni contemporanei ci impongono di relazionarci alla diversità.

E se è corrente di pensiero sempre più diffusa che il cinema abbia valore terapeutico all'interno delle strutture carcerarie, esso certamente assume anche un valore di messaggio alla società per favorire un'apertura mentale e negli istituti scolastici in particolare assume il ruolo di stimolare la riflessione rispetto ad una realtà lontana dal mondo degli studenti, ma con cui hanno potuto entrare in contatto grazie a questo evento, a cui si intende dare seguito con una masterclass tenuta da professionisti del comparto audiovisivo.

Solitamente impegnati nell’attività curricolare di cineforum intra ed extra moenia, gli studenti arrivano spesso impreparati alla visione di un film e le stesse suggestioni personali che la proiezione suggerisce restano sospese o si fissano in modo superficiale. Questa attività, dunque, intende contribuire a rendere i giovani consapevoli fruitori della realtà che li circonda e di fare chiarezza nelle loro scelte formative: la Biblioteca “M. Pennetti” del Liceo si è così trasformata in luogo di contaminazione e sintesi tra esperienze afferenti ad ambiti differenti evidenziando come sia possibile coinvolgere i ragazzi in esperimenti didattico-formativi interessanti, che aumentano le loro competenze e stimolano la riflessione e l'impegno civile forzando anche i limiti disciplinari.

 ESCAPE='HTML'

©V.E.D. Tv
www.vedtv.it
[email protected]

La nostra associazione culturale promuove ed organizza laboratori, rassegne e festival di cortometraggi, documentari, docufilm e lungometraggi come evento di mediazione culturale e turistico. Realizza prodotti di promozione della cultura cinematografica ed audiovisiva, opere audiovisive, supporti digitali proponedosi  per Istituti Scolastici,Università,Accademie,Istituti Penitenziari,Biblioteche,in Circoli della Cutura Cinematografica ed Audiovisiva,in Musei,in Teatri e Cinema,in Auditorium parrocchiali, con associazioni culturali ed enti, Comuni,Regioni,Film Commission,in diversi contesti e all’estero.

VED svolge anche attività di formazione per filmmaker e videomaker

Per aderire e per organizzare le attività  - info:  [email protected]  -  tel +39 348.688.96.90

Ad integrazione della possibilità di stabilire protocolli di intesa con enti pubblici, l'associazione culturale VED propone  PROGETTI>> www.vedassociazione.it/progetti.html

VED Tv www.vedtv.it   è la web tv di  VED Associazione Culturale www.vedassociazione.it